Ingersoll e National Solar Observatory, una partnership per guardare lontano


05 Luglio 2011

Ingersoll Machine Tools, Inc. ha ottenuto l’assegnazione della commessa...

Ingersoll Machine Tools, Inc. ha ottenuto l’assegnazione della commessa relativa all’assemblaggio della struttura del Telescopio Solare Alta Tecnologia (Advanced Technology Solar Telescope - ATST).

Ingersoll è stata selezionata sulla base della sua eccezionale esperienza nella costruzione di grandi strutture della più alta qualità, guidate e controllate per movimenti di alta precisione. Il Gruppo Camozzi, non è nuova alla realizzazione di progetti di questa entità, in passato ha infatti realizzato progetti come LBT (Large Binocular Telescope) uno dei telescopi tecnologicamente più avanzati mai realizzati e numerosi altri componenti per il settore energetico sfruttando le tecnologie più avanzata. Il Gruppo bresciano è l’unica società italiana presente nel progetto che vedrà la realizzazione del più grande telescopio solare del mondo. La Struttura del Telescopio (Telescope Mount Assembly) con un’altezza di 13 metri, avrà due assi di movimentazione (Azimuth e Altitudine) e sosterrà la principale lente d’osservazione del diametro di 4 metri. Incluso nel TMA, vi sarà una base girevole del diametro di 16.5 metri. Condotto dal National Solar Observatory, il progetto ATST è gestito dall’ Associazione delle Università per ricerche in campo astronomico (Association of Universities for Research in Astronomy, Inc), sulla base di un accordo di collaborazione con la National Science Foundation. ATST sarà un telescopio ottico che servirà la comunità dei fisici solari nel corso del 21esimo secolo ed ospiterà una serie di strumenti e lenti adattabili, la soluzione tecnica d’avanguardia che rende funzionali i telescopi solari dotati di larga apertura.

Laura Camozzi
Ufficio Marketing Innse-Berardi